33• La Seren Anima

Mercoledì 1 Aprile 2015

O’ Venere che passi,
sfiorando ‘l mio pers’ Animo,
ove giunge Luce negli ammassi,
di Stelle Stellate Ardi sempre l’Attimo.

T’osservo conserto,
nea tua lasciata scia Velata,
del Tempo ormai “inerto”,
svengo de la Bellezza che dovea rimaner celata.

Poi son perso,
come Vuoto tra ‘l punto e ‘l novo Verso,
e cerco sua immagine nel mio Universo,
dove l’Amor infin v’è immerso.

E li in quea Immensità,
dolci Pensieri tolgon ogni velo,
già t’Amo azzardo di verità,
sei caduta come la “Mela dal Cielo”.

Or qui mi sveglio, la rivedo,
e ‘l Suon de la bocca mia ne fa il Credo:

“Lei è Angelo per i miei occhi,
che incendia l’Animo con ardore,
come Soave Luce riflessa dagli specchi,
rivelando: Sei ‘l Puro Amore.

E passi per quea Via,
non curando de li Uman sguardi,
poiché sei Pura Energia,
quale arde Lussuria,
facendo delle Umane Menti già tardi.

Convengo infine,
sei la Gentil Rosea Donzella,
che salvi l’altr’Anime dalla pena,
sol col ‘l guardo de la tua Seren e Bella,
spingendo ‘l mal a morir da la tua Forza non Terrena.”

Ebbene si, lo confermo, già t’Amo piena,
e si move nel IO la Forza che non si frena,

finché de la tua Anima Serena,
sarà immerso ogni mio Pensier che va,
dove la Speranza fluisce nea tua vena,
e da ogni mio Sospirò ne riecheggia:
 
“Sei l’ Immensità.”

 • La Vita è Bella •

Infinite is Life / Infinita è la Vita
© infinitalavita.com • Cristian Cestaro

Liked it? Take a second to support Cristian Cestaro on Patreon!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.